TECNICHE USATE PER AUTOTRAPIANTO

Esistono due tecniche di trapianto: la FUE o micro FUE o FUE DHI( follicular unit extraction / estrazione delle unità follicolari) e la FUT o STRIP (follicular unit transplantation, ossia trapianto dell’unità follicolare).

Trapianto di capelli micro FUE DHI. Megasession con oltre 5.000 bulbi ad € 3.500,00 tutto compreso nella sicurezza di una qualità tutta italiana. Approfitta della promozione del momento!

FUE micro FUE DHI

La tecnica di autotrapianto di capelli FUE si divide in 3 fasi: l’estrazione della singola unità follicolare direttamente dallo scalpo del paziente, le incisioni, ovvero la creazione dei micro siti riceventi, e l’inserimento delle singole unità follicolari nelle micro incisioni riceventi.

Estrazione delle singole unità follicolari (FUE)

La FUE è certamente la tecnica più recente e innovativa in ambito di chirurgia ricostruttiva dei capelli ma questo non significa che sia necessariamente e sempre la migliore. La FUE come la FUT presenta punti forti e punti sensibili, quindi la scelta della applicazione della tecnica chirurgica dipende sostanzialmente da come il quadro clinico del paziente si presenta.

La tecnica di trapianto FUE è certamente un tipo di chirurgia molto più leggera e più facile da gestire anche nel post operatorio.

È una tecnica che non abbisogna di sutura contrariamente alla FUT e attraverso l’ausilio di punch (bisturi a lama circolare) vengono prelevate direttamente dal distretto donatore le singole unità follicolari.

Residua una micro incisione di diametro inferiore al millimetro (medicina estetica migliorini utilizza punch piccolissimi) e quello che residua guarisce spontaneamente in qualche giorno lasciando una mini cicatrice circolare del diametro di pochi decimi di millimetro, e quindi completamente invisibile.

Successivamente vengono creati i siti riceventi nell’area da ricostruire e poi ripopolata con l’innesto delle singole unità follicolari.

Un prelievo “scheletrico e preciso” della singola unità follicolare ci offre la possibilità di fare un micro sito ricevente davvero piccolo ci offre la possibilità di una grado di foltezza per cm2 davvero vicino al fisiologico.

Su pazienti selezionatissimi è possibile estrarre un gran numero di unità follicolari (ogni unità contiene da un minimo di uno ad un massimo di tre bulbi).

Il paziente tollera molto più facilmente il prelievo in quanto parliamo di micro porzioni di tessuto, ed anche il post operatorio è molto più leggero e facile da gestire.

La Fue può essere manuale, motorizzata o robotica. Il contributo della mano umana al momento è irrinunciabile.

DIFFERENZA TRA LA  FUE E LA FUE DHI

La differenza tra la FUE o micro FUE e la FUE DHi consiste nel vantaggio che con la DHI possiamo evitare la rasatura dei capelli nell’area che dobbiamo ricostruire

VANTAGGI METODO FUE

Riassumendo possiamo dire che i vantaggi della FUE sono i seguenti:

Invasività minima

Assenza di sutura

Nessuna cicatrice lineare

Intervento più leggero

Post operatorio  facile da gestire

Tempi di guarigione più ridotti rispetto alla FUT

Utile su tutti quei pazienti che devono fare un trapianto di piccole dimensioni

Ottima soluzione per bonificare vecchie cicatrici nel distretto donatore

La Fue è un tipo di chirurgia che richiede molta esperienza, un’ottima manualità, resistenza fisica per avere una curva di rendimento non troppo severa, una mano particolarmente leggera e molta pazienza con una ottima coordinazione tra occhi e mano poichè il prelievo è comunque”intuitivo”

Il trapianto di capelli come qualsiasi altro tipo di chirurgia non è una scienza esatta ma è legato alla abilità di chi opera, abilità che necessariamente deve essere sostenuta da conoscenze mediche, talento, esperienza.

Da qualche anno è molto di moda il trapianto di capelli all’estero anche in relazione al basso costo.

In alcuni di questi paesi esteri, il prelievo FUE che è la fase più delicata dell’intero trapianto, non viene praticato da medici ma incredibilmente da ragazzine di 18/ 20 25 anni max. Totalmente prive di quella esperienza necessaria data l’età e completamente digiune di conoscenze mediche.

La scatola cranica può presentare e presenta contorni e forme differenti, con diversità nella direzione e inclinazione dei capelli anche sullo stesso paziente. Competenze mediche ed esperienze di anni sono indispensabili per poi estrarre l’unità follicolare con precisione e dare al paziente un risultato all’altezza delle sue aspettative.

I parametri ai quali far riferimento e che costituiscono elemento di scelta sono sostanzialmente 3 ed in questo ordine di importanza: sicurezza del paziente, risultato, prezzo. Le migrazioni all’estero sono sostenute sostanzialmente da un costo basso ma come già detto la chirurgia non è una scienza esatta e richiede molta esperienza e competenze mediche, quindi attenzione al canto delle sirene poichè un trapianto di capelli è per sempre!

FUT o STRIP (follicular unit transplantation, ovvero trapianto dell’unità follicolare)

La tecnica FUT invece prevede un passaggio in più rispetto alla FUE.

Come abbiamo detto con la Fue si esegue il prelievo della singola unità follicolare direttamente dallo scalpo del paziente, con la FUT invece viene prelevata una losanga, una strip di cuoio capelluto contenente le unità follicolari da trapiantare, dopo di che si esegue una sutura tricofitica (la caratteristica peculiare di questo tipo di sutura consiste nel praticare l’incisione per il prelievo della losanga con angolo obliquo; quando il chirurgo va a suturare avvicina i due lembi fino a “sovrapporli” occultando già in questa fase quasi completamente la futura cicatrice) che consentirà nn graffio, un esito cicatriziale impercettibile, lineare ma estremamente raffinato.

Prelevata la strip, viene affidata agli assistenti, i quali la appoggiano su un vetrino, la posizionano sotto un microscopio stereoscopico ed iniziano la separazione delle singole unità follicolari. L’utilizzo del microscopio consente di vedere esattamente come eseguire la separazione pertanto la capacità di danneggiamento sarà praticamente inesistente.

Effettuala la separazione delle singole unità follicolari tutto il resto del trapianto è perfettamente identico alla FUE.

VANTAGGI  METODO FUT

Capacità di errore al momento della separazione delle singole unità follicolari intorno allo zero, pertanto avremo un miglior grado di foltezza per cm2 rispetto alla FUE nell’area da ricostruire.

Non occorre rasare i capelli su tutto il distretto donatore contrariamente alla FUE Il grado di foltezza dei capelli nel distretto donatore resta praticamente invariato contrariamente alla FUE che “svuota”.

Una sola cicatrice lineare sottilissima che può essere cancellata con la FUE.

Sintetizzando possiamo dire che non esiste una metodica chirurgica migliore dell’altra; entrambe offrono vantaggi e limiti se confrontate tra loro. La scelta dell’uso della tecnica quindi sarà in funzione del quadro clinico del paziente al fine di offrirgli il miglior risultato possibile!